25 25 febbraio 2016

Buongiorno, vorrei realizzare un video virale

By | 25 febbraio 2016|Categories: Video|Tags: , , , , , , , , , , |0 Comments

Non più tardi di una settimana fa il Dr. Andy Mathis, proprietario della clinica veterinaria Granite Hills Animal Care, ha fatto un'azione comune a molti [...]

15 15 gennaio 2016

Facebook la piazza, i pixel e le possibilità delle piattaforme social

By | 15 gennaio 2016|Categories: Analisi e comunicazione, Tips|Tags: , , , , , , , , , , , , , , , |0 Comments

"I social sono una grande piazza, in cui c'è il mercato tutti i giorni, una vera fiera permanente. La gente la trovi lì, stanne pur [...]

3 3 novembre 2015

Poo-Pourri e la cacca non fa più puzza: un video musical per fare marketing

By | 3 novembre 2015|Categories: Case History, Eventi, News, Video|Tags: , , , , , , , , , |0 Comments

Cameron Duddy, il regista del video musicale di “Uptown Funk”, ha deciso di firmare il video pop collegato alla campagna “vp of poo marketing,” pensata da Suzy Batiz che prosegue un percorso già vincente. L’attrice scozzese Bethany Woodruff nel 2013 ha collegato la sua elegante immagine, con tanto di dizione perfetta, ad un video che ha letteralmente spopolato sul web dove, seduta sul water, decantava le virtù del Poo-Pourri ovvero il rivoluzionario profumatore conquistandosi, in sole due settimane oltre 10 milioni di visualizzazioni. Oggi Poo-Pourri vuole nuovamente strabiliare e, a distanza di meno di 24 ore dal lancio del suo nuovo video che si attesta ad oltre 1.500.000 visualizzazioni, rivede l’attrice scozzese in apertura per poi “cedere la palla” ad uno staff artistico in stile musical che interpreta un brano decisamente insolito e completamente personalizzato. […]

19 19 ottobre 2015

5 SOCIAL MEDIA TRENDS DA NON PERDERE DI VISTA!

By | 19 ottobre 2015|Categories: Analisi e comunicazione, Pensieri in rete, Tips|Tags: , , , , , , , , , , , , |0 Comments

Ripetiamo ormai da tempo che i social media sono diventati una parte fondamentale delle strategie di Marketing Digitale delle imprese, e per questo bisogna sempre stare al passo con le nuove tendenze che nascono nella rete: ma attenzione, se pensate di essere sempre aggiornati sulle novità, c’è sempre qualcosa che può sfuggirvi! In questo articolo, che prende spunto da uno studio condotto da Simply Measured, vi suggeriamo cinque nuove tendenze che potrebbero essere passate inosservate, ma risultano invece importantissime e che i brand dovrebbero tenere in considerazione quando implementano una nuova campagna di comunicazione sui loro canali social. […]

25 25 settembre 2015

PAID, EARNED E OWNED MEDIA: QUAL È LA DIFFERENZA?

By | 25 settembre 2015|Categories: Pensieri in rete, PMI, Tips|Tags: , , , , , , , , , , , , |0 Comments

Si parla continuamente di paid, earned e owned media, ma in molti casi la differenza tra queste tre categorie non risulta del tutto chiara. Vediamo insieme come distinguere questi canali di comunicazione, e come sfruttare in maniera efficace il loro potenziale in una strategia di Content Marketing. Per prima cosa quindi cataloghiamo i diversi canali di comunicazione a seconda che siano Paid, Earned oppure Owned, spiegando brevemente quali sono le principali caratteristiche di ogni media. PAID MEDIA: ci riferiamo, come suggerisce il nome, a quei canali in cui è necessario investire un budget determinato per essere visibili ad un pubblico che generalmente non conosce il brand e i suoi prodotti/servizi (pubblicità su giornali, tv, cartelloni, ma anche ads su Facebook, Twitter, etc..); EARNED MEDIA: al contrario del paid, il canale earned è totalmente gratuito perchè tutta la pubblicità è generata automaticamente dal bacino di utenza, grazie al “passaparola”, e non è assolutamente controllabile (retweets, likes, commenti, condivisioni, online reviews, etc..); OWNED MEDIA: tutti quei canali di proprietà esclusiva del brand, che può gestire e controllare in totale autonomia (sito web, online e offline stores, blog, social networks, app, magazines, brochures, etc..). […]

21 21 settembre 2015

CHI HA DETTO CHE L’EMAIL MARKETING È MORTO?

By | 21 settembre 2015|Categories: Pensieri in rete, PMI, Tips|Tags: , , , , , , , , , , , , , , , |2 Comments

Nel 2004 venne pubblicato un articolo su PC Magazine dal titolo: “The Death of Email”, dove si ipotizzava l’idea dell’inutilità delle email nelle strategie di comunicazione online, e a più di 10 anni di distanza si discute ancora animatamente sull’argomento in questione: l’email marketing è morto davvero? Molti utenti vedono nella parola “email” il sinonimo di “spam” (a dire la verità, effettivamente circa il 70% delle email è categorizzato come vero e proprio spam) e altrettante persone credono che sia ormai una tecnica di direct marketing vecchia e decisamente superata, grazie soprattutto alla comparsa e all’utilizzo sempre più efficace di altri canali, come i social network. Ma gli studi condotti e i numeri raccolti negli ultimi anni danno ragione a questa teoria? Vediamo insieme qualche dato (fonte Direct Marketing Association 2014): Più di 4,3 miliardi di persone nel mondo hanno un account email oggigiorno, e il 91% di loro controlla la sua casella di posta almeno una volta al giorno; Il 77% dei consumatori ha dichiarato che preferisce usare le email come mezzo di comunicazione principale sul web; Il ROI calcolato è pari al 4,3% (ovvero per 1$ investito si guadagnano 43$). […]

15 15 settembre 2015

TIPS PER MIGLIORARE IL PROCESSO DI CONVERSIONE DEL CONSUMATORE.

By | 15 settembre 2015|Categories: Pensieri in rete, PMI, Tips|Tags: , , , , , , , , , , , |0 Comments

L’obiettivo del processo di conversione, ovvero il secondo step del Metodo Inbound, è quello di trasformare i visitatori del proprio sito web in potenziali consumatori: è una fase molto delicata, che determina il successo di una strategia di Inbound Marketing. Come si costruisce un processo di conversione efficace che permetta di massimizzare la lead generation? Prima di tutto, determiniamo quali sono gli elementi che compongono il processo di conversione, ovvero Call-to-Action, Landing Page e Thank-you Page. Non bisogna dimenticare che questo processo può essere avviato in qualsiasi fase del percorso del consumatore, quindi i contenuti prodotti dovranno essere differenziati ed adattati a seconda che si tratti della fase della Conoscenza, della Riflessione o della Decisione. […]

9 9 settembre 2015

TOP PRACTICES PER LA VOSTRA SOCIAL MEDIA STRATEGY

By | 9 settembre 2015|Categories: Analisi e comunicazione, PMI, Tips|Tags: , , , , , , , , , , , , |0 Comments

Nel mondo ci sono 2 miliardi di persone attive sui social network, che corrispondono circa al 70% dell’intera popolazione di Internet: un bacino di utenza talmente vasto che deve essere necessariamente raggiunto integrando la comunicazione sui social media nella vostra strategia di Inbound Marketing. Quante volte abbiamo parlato di Social Media Marketing sul nostro blog? Sia in termini di SEO sia di Engagement, i canali social risultano fondamentali per qualsiasi tipo di impresa, dalle piccole e medie imprese (PMI) ai brand più famosi a livello internazionale. Secondo una recente ricerca condotta da Social Media Examiner è stato rilevato che il 66% dei marketers ha visto aumentare esponenzialmente la lead generation (ovvero l’aumento dell’interesse da parte di un potenziale cliente nei confronti di un’impresa o dei suoi prodotti / servizi) dopo aver implementato una campagna di comunicazione attraverso i social media: questo perché i canali social sono presenti in tutti gli step del Metodo Inbound, e accompagnano l’utente dalla prima fase di conoscenza di marca fino all’ultima di assistenza post – acquisto. […]

3 3 settembre 2015

L’IMPORTANZA DEI CONTENUTI IN UNA STRATEGIA DI INBOUND MARKETING.

By | 3 settembre 2015|Categories: Analisi e comunicazione, Tips|Tags: , , , , , , , , , , , , , , |0 Comments

Nell’era pre-internet gli inserzionisti lottavano per ottenere spazio sui media tradizionali, mentre oggi in un mondo saturo di informazione i marketer cercano di catturare l’attenzione dei propri utenti: come ci riescono? Creando dei contenuti di successo attraverso una strategia di Content Marketing efficace! Sono proprio i contenuti prodotti dall’impresa che spingono i potenziali consumatori da una fase del Metodo Inbound ad un’altra, determinando il successo della strategia comunicativa. Creare dei contenuti interessanti e mirati al target di riferimento del proprio business può sembrare difficile, ma basta seguire alcuni step base per scoprire che una strategia di Content Marketing ben studiata può portare a dei risultati davvero incredibili in termini di brand awareness, engagement e lead generation. […]

27 27 agosto 2015

4 REGOLE BASE PER MIGLIORARE IL SEO DEL PROPRIO SITO WEB.

By | 27 agosto 2015|Categories: Analisi e comunicazione, Pensieri in rete, Tips|Tags: , , , , , , , , , , , , , , , |0 Comments

Parlare di Search Engine Optimization, e capire tecnicamente come funzionano gli algoritmi di classificazione sui motori di ricerca, è sempre complicato e macchinoso. Tuttavia, esistono quattro semplici regole base che permettono di migliorare il posizionamento naturale del vostro sito web: scopriamole insieme. Ogni giorno vengono effettuate circa 3 miliardi di ricerche su Google, e più della metà degli utenti si ferma alla prima pagina per trovare quello di cui ha bisogno: è fondamentale, quindi, rientrare nei primi 10 risultati “organici” (ovvero tra i siti web che non hanno pagato ads per apparire nella prima pagina) ed essere quindi considerati dal motore di ricerca un sito autorevole e popolare. Ma come fare? Implementando, nella prima fase del Metodo Inbound, una strategia SEO ben studiata che aiuti ad “attirare” gli utenti dalle pagine dei motori di ricerca trasformandoli in visitatori del nostro sito web. A volte non serve impiegare tempo e denaro per cercare di capire quali sono i sofisticati meccanismi di ranking di Google, basta seguire alcune semplici regole che permettono di migliorare il posizionamento naturale ed acquistare notorietà ed autorevolezza. […]